Blog: http://ArchiTutto.ilcannocchiale.it

Sono figlio della polvere.

 

Io mi sento figlio della polvere; quella delle sezioni, dei manifesti sgualciti e dei vecchi libri. La polvere sta nel vento e viaggia con lui, ma indica un insediamento sociale. Il vento è qualunquista. La polvere provoca allergia perchè possiede l'idea di "lotta di classe"; in lei c'è il realismo di chi è respinto ed oppresso e sta ai margini del mondo; non è oblio ma energia potenziale. Il vento è energia pura, la polvere lo diventa solo se consapevole fa la Rivoluzione.

Pubblicato il 17/11/2009 alle 16.7 nella rubrica Io?.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web